Pronti?
Accelera....
Menu

Arte in Auto

Arte in Auto a Cervia è la tua concessionaria di riferimento Fiat, Lancia, Jeep con vetture nuove, km 0 e d’occasione.

Ma vorreste una Fiat 500 coupé o spider? Forse il cuore e la passione riescono …

25 Aprile 2019

Ma vorreste una Fiat 500 coupé o spider?

Forse il cuore e la passione riescono a viaggiare laddove la ragione non può arrivare. Quella che vedete nelle immagini di questo articolo è purtroppo solo un rendering di quella che potrebbe diventare, in un futuro abbastanza incerto, una Fiat 500 Spider o Coupé, due varianti davvero particolari e, a nostro avviso, interessanti. Potrebbe rappresentare un ulteriore modello della gamma 500 che negli ultimi anni ha iniziato ad ampliarsi sempre di più, diventando quasi interamente un brand collegato a Fiat. Continuerebbe così una tradizione di due posti italiane, tanto care a noi del bel paese, come la 850 Spider, la 124 Spider o la più pittoresca barchetta, senza dimenticare la mitica Fiat Coupè. Un’ipotesi stilista davvero ben riuscita, che riesce a rievocare le linee tondeggianti e smussate della 500 con una forma dinamica e sportiva, al passo coi tempi.

Si presenta con una carrozzeria sinuosa e filante, in stile fastback, con l’abitacolo decisamente arretrato verso l’asse posteriore e un cofano decisamente più lungo rispetto alle proporzioni dell’auto. Nel frontale riconosciamo gli iconici gruppi ottici circolari sviluppati su due livelli, in puro stile 500. Inferiormente spunta una bella calandra dalle generose dimensioni, che ingloba anche i fari fendinebbia, anch’essi circolari che ricordano vagamente il mondo Abarth. Il cofano mostra due leggeri rigonfiamenti, un lieve tocco sportivo che dona alla vettura un’aspetto più aggressivo. Lateralmente si notano invece dei cerchi in lega eleganti e sportivi al tempo stesso, probabilmente da 17 o 18″, che si ispirano a quelli già visti sulla piccola utilitaria italiana.

Il retro risulta essere invece la parte più particolare, sia per la variante cabrio che coupè. Presente una linea abbastanza alta dal suolo, a tratti muscolosa e massiccia, che strizza l’occhio alla sportività grazie ai doppi terminali di scarico trapezoidali. Apprezziamo particolarmente la variante coupé, decisamente più omogenea e riuscita nelle forme, con un tetto spiovente e ben raccordato con la linea del posteriore. Anche i gruppi ottici sono di derivazione 500, probabilmente dotati di tecnologia led, ma ci saremmo aspettati un design più simile a quello della 500 attualmente in commercio, con una porzione di carrozzeria integrata all’interno. Sfruttando la piattaforma Fiat per veicoli di segmento B potrebbe quindi impiegare i nuovi motori Firefly da 3 o 4 cilindri con potenze comprese tra 120 e 180 CV e non disdegneremmo anche una versione Abarth.



Source